domenica 7 novembre 2010

E invece oggi

Sto lavoricchiando in una casa in un paesino di Campagna. high Benthom o Bentley in base alla pronuncia. In realta non so bene dove mi trovo non essendovi arrivato in bici e quindi senza mappe e lenti paesaggi. Sono da Samara, un`amica che ho conosciuto a Orte in una fattoria wwoof un paio di anni fa. praticamente faccio il wwoofer qui a casa sua. Abbiamo tanti rapaci in giardino e allora oggi siam andati con qualcuno di questi uccelli a fare lo SHOW, che fino a stamattina era una parola come un altra fatta di tanta immaginazione e adesso invece e qualcosa da avere dentro finche si scampa e allora voglio condividere questa parola che qui scritta in un post su internet e in effetti solo una parola che poi vien trasformata nei vari cervelli che la leggono.
Sveglia presto e mentre preparo la colazione io e dad nick portiam gli uccelli e le ultime cose sul wan.5 gufi e 1 kestrel, gheppio.Colazione e luce di novembre all alba serena e quasi ghiacciata. tutto sereno dopo una settimana grigia e di pioggia come mai mi era successo finora. meno di un ora di viaggio con tappa a lancaster per prendere Umi tra paessaggi incredibili, di una bellezza antica e immersa nell umidita. pecore ,prati dappertutto tra le colline comunque boscose.muri a secco ovunque e siepi e fans su ogni centimetro di strada. uccelli attivi volanti da una collina all altra all alba, d autunno con i colori del fuoco dappertutto e il freddo del ghiaccio dentro a quei colori.
Arrivati al centro commerciale in centro a malcombe, non so come si scrive ma ho imparato il suono e funziona molto meglio, ci siam messi a smontare tutto dal van per montare lo show dentro nel corridoio del centro commerciale. tavoli, supporti per gli uccelli, barriere per tenere distante la gente, le cose da vendere di cento tipi diversi. e gli uccelli.magnifici. lovely, tiny, cute, huge, sweet, soft. e poi via tutto il giorno li, tra la tesco e altri centinaia di negozi come in tutti i centri commerciali e poi noi tra le altre bancarelle di cellulari, catenine e berrette li nel mega corridoio. A raccogliere offerte per curare i rapaci feriti o trovati in qualche guaio in giro per l inghilterra Oggi e stato probabilmente il giorno con cui ho parlato, anzi che ho ascoltato il maggior numero di persone della mia vita. neanche ad agosto nei tempi d oro dell elettronica a livigno.
rocko, little owl, 6 o 7 anni, la dolcezza pura dentro a un gufetto alto meno di una spanna.li, sul mio pollice fuori dalla mano stretta a pugno con su il mega guanto di pelle, a condivederlo con tutti i passanti dello shopping del sabato. rispondendo a una domanda tanto semplice quanto curiosa, impaurita o eccitata: can i stroke him? una figata pazzesca!

Nessun commento: